Ardisco non Ordisco
Collana di scritti sull'Arditismo

Salvatore Farina

Le Truppe d'Assalto Italiane

a cura di Federico Cavallero



Euro 30.00
Pag. 432
Formato 21x15
6 Mappe, 5 fotografie, 1 documento, 9 tabelle
Copertina in brossura

ISBN 88 - 89660-00-7
ISBN 978 - 88 - 89660-00-3

Scarica l'indice in formato PDF
Acquista il volume

Il volume

A quasi settant’anni dalla prima edizione, il volume di Farina resta la storia più obiettiva e documentata della nascita, dello sviluppo e dell’impiego degli Arditi, le truppe d’assalto dell’Esercito Italiano nella Prima Guerra Mondiale; il giudizio è del Prof. Giorgio Rochat, il più rigoroso e acuto studioso del fenomeno dell’Arditismo in Italia, autore della prefazione.

Il percorso si snoda tra una dettagliata analisi tecnica delle necessità belliche e delle scelte dottrinali che videro nascere il fenomeno dei Reparti d’Assalto nel 1917 e una parte storica che ripercorre le principali battaglie ed i riconoscimenti guadagnati sul campo, dal San Gabriele alla difesa di Udine, dal Col Moschin a Capo Sile, dal Montello a Vittorio Veneto. Non mancano cenni, in una terza parte complementare, sulle truppe d’assalto austro-ungariche, tedesche e francesi della Grande Guerra.

Le armi caratteristiche (pugnale e bomba a mano), l’equipaggiamento, l’uniforme rivoluzionaria, le insegne, i canti e gli inni, i privilegi, l’addestramento particolare, i successi ed i sacrifici degli assaltatori si fondono a creare il mito del soldato italiano risorgente dopo Caporetto, un “soldato nuovo” in cui credere e confidare. Al di là del mito, l’attenta narrazione svela le capacità militari e le caratteristiche dello strumento, la rottura con il passato rappresentata dalla nuova dottrina di impiego, l’influsso dello spirito di corpo sulle vicende belliche e del dopoguerra, in una sintesi completa e definitiva.

La presente riprende il testo della II edizione rivista ed ampliata del 1938, aumentata dei due capitoli della I edizione eliminati ed annotata dal curatore in merito alle differenze tra le due edizioni e ad eventuali imprecisioni.

A corollario dell’opera, una nota finale di Angelo L. Pirocchi, autore del volume della casa editrice inglese Osprey Italian Arditi. Elite Assault Troops 1917-20, sull’evoluzione, esistenza, numerazione e dipendenza dei vari Reparti d’Assalto, con le indicazioni bibliografiche di riferimento e nove tabelle riepilogative.

L'autore

Salvatore Farina, Tenente di complemento del I (poi XX) Reparto d’Assalto, Medaglia d’Argento al Valor Militare, Mutilato di Guerra, presidente della Sezione della Federazione Nazionale Arditi d’Italia (F.N.A.I.) di Roma. Redattore del giornale “L’Ardito d’Italia”, raccoglie per anni le testimonianze di commilitoni e le note storiche sui reparti che saranno alla base dell’edizione del volume.

Il curatore

Federico Cavallero ha prestato servizio nella Compagnia Alpini Paracadutisti “Monte Cervino”. Istruttore di paracadutismo e di Boxe francese-Savate, è impegnato nel settore della sicurezza. Ricopre per diversi anni la carica di presidente della F.N.A.I. di Torino, poi, divenuto responsabile dell’Ufficio Storico, si dedica alle ricerche sulla “memoria dell’arditismo”.