Ardisco non Ordisco
Collana di scritti sull'Arditismo

Alberto Businelli

Gli Arditi del IX

con "L'Avanguardia del Grappa" di S.Aponte



Euro 00.00 VOLUME ESAURITO
Pag. 360 + 32 tavv. fuori testo
Formato 21x15
32 ill. colori, 52 ill. b/n, 6 documenti, 1 mappa
Copertina in brossura

ISBN 88 - 89660-04-X
ISBN 978 - 88 - 89660-04-1

Scarica l'indice in formato PDF
Aggiornamento Elenco Decorati
Aggiornamento Elenco Caduti

Il volume

Per celebrare il novantesimo anniversario della fondazione dei Reparti d'Assalto, vengono riproposti i due volumi più noti sul più famoso dei reparti di Arditi, il IX del magg. Messe; "Gli Arditi del IX" sono le memorie di un tenente del Reparto che fu presente a tutti i combattimenti, dal Col Moschin ai tre sull'Asolone tra il giugno e l'ottobre del 1918. Le fresche e vivide impressioni dell'ufficiale subalterno trasmettono fino ad oggi i valori, le speranze e la volontà dei membri di un reparto sceltissimo, cui furono affidati compiti di un'importanza assoluta (l'arresto dell'Offensiva del Solstizio in zona Grappa e la fissazione delle riserve austriache sul fronte della 4a Armata nella battaglia di Vittorio Veneto), svolti con un sacrificio ed un valore esemplari.
Ad esse si affianca un volume più storico, "L'avanguardia del Grappa", opera di un noto corrispondente dell'epoca, che in toni più pacati, meno soggettivi ma non meno evocativi, getta le basi di quelle che sono da considerarsi le fondamenta dal mito del IX Reparto nella I Guerra Mondiale.
Le due opere originali sono corredate da un'ampia appendice documentale che comprende gli originali e le trascrizioni delle relazioni ufficiali dei combattimenti, la trascrizione del diario storico del Reparto, estratti del diario storico di Corpo d’Armata e carteggi vari.
Impreziosiscono e rendono unica ed originale l'edizione due ulteriori appendici, a cura di A.L. Pirocchi e P.L. Scolé, con la rassegna di circa 240 motivazioni di decorazioni individuali ricevute dal personale dell'unità e con la prima ricostruzione metodica, seppur incompleta, dell'elenco dei caduti dell'unità (circa 160 nominativi sottratti all'oblio della storia).
Completano il volume 32 tavole fuori testo (16 a colori) di foto, illustrazioni, cartoline e documenti (tra cui gli atti di morte e cimeli delle tre medaglie d'oro), in parte presenti nelle edizioni originali, in parte provenienti dall'Archivio dell'Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito e da collezioni private.
Una versione speciale fuori commercio del volume è stata appositamente realizzata per il reparto degno erede delle tradizioni e delle glorie del IX, il 9° Reggimento d'Assalto Paracadutisti "Col Moschin", che nel numerale e nel nome ricorda le gesta del primigenio Reparto d'Assalto.

Gli autori

Alberto Businelli (Roma 1895 - ?), Tenente di complemento del IX Reparto d'Assalto. Decorato di Medaglia d'Argento e di Bronzo al Valor Militare, due ferite di guerra. Nel primo dopoguerra fu, con Carli, Bolzon e Bottai, uno dei fondatori dei Fasci di Combattimento di Roma.

Salvatore Aponte (Vico Equense 1892 - Parigi 1956), redattore del Giornale d'Italia dal 1910 al 1924, poi corrispondente dalla Russia prima per la Gazzetta del Popolo e poi per il Corriere della Sera (1926-1930), fu infine corrispondente da Parigi sempre per il Corriere fino al 1943 e nel secondo dopoguerra per Il Tempo di Roma. Fu anche inviato in Cina, Germania ed in Etiopia per il Corriere.